UUN supporta la soluzione pacifica in Nagorno Karabakh | Notizie Nazioni Unite non Rappresentate

Inglese Spagnolo Italiano Russo

Facebook   youtube   twitter UUN    Rotschild IT

Menu

UUN supporta la soluzione pacifica in Nagorno Karabakh

  • 11 Nov 14
Nagorno 2"Il processo per riconoscere la sovranità del territorio del Nagorno-Karabakh, che si trova tra l'Armenia e l'Azerbaigian non si ferma, continua a livello popolare e nella diplomazia parlamentare", afferma l'ambasciatore armeno in Messico, Grigor Hoyhannissian, azione che ha il pieno appoggio delle Nazioni Unite non rappresentati (UUN, il suo acronimo in inglese).
La disputa (da oltre 20 anni) per questo territorio, mantiene i suoi negoziati formali tra Russia, Francia e Stati Uniti, nel cosiddetto Gruppo Minsk dell'Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa, incaricato di promuovere la pace nella zona, ha detto il diplomatico.
Contemporaneamente, l'ambasciatore sottolinea che il processo di negoziazione rimane in ambiti internazionali, come il Senato e l'Assemblea della California (USA), che recentemente ha dato il riconoscimento di Stato sovrano, al Nagorno Karabaj, anche se Nagorno Karabakh non è riconosciuto come Stato sovrano da parte della comunità internazionale, "non è un gran segreto che ha il sostegno e l'appoggio di Armenia, per i suoi legami storici e religiosi", ha detto Hoyhannissian.
Le Nazioni Unite non Rappresentate, attraverso il suo segretario generale e fondatore, il Dr. Giovanni Caporaso Gottlieb, ricorda che la Repubblica autonoma del Nagorno-Karabakh, comunque senza il riconoscimento dell’ONU, è uno stato il cui governo ha il sostegno dei cittadini, deve quindi essere rispettata la sua sovranità senza interferenze esterne, tanto meno di essere attaccato da qualsiasi altra nazione.
Mentre Hoyhannissian ha ribadito che "vogliamo che il conflitto si risolva per la via della pace", ha spiegato il diplomatico, sottolineando che il punto fondamentale che tutti dovrebbero sapere è che l'Armenia non è parte del conflitto. "Il conflitto, in realtà, ha affermato, è tra l'Azerbaigian e Nagorno Karabakh dichiarata repubblica indipendente attraverso un referendum."
Il UUN ribadisce il diritto della Repubblica ad annunciare a tutti la sovranità mondiali, sulla base di azioni collettive per prevenire la pace violata, e prevenire gli atti di aggressione o le altre violazioni della pace; raggiunto con mezzi pacifici e in conformità con i principi della giustizia e del diritto internazionale, regolazione o soluzione delle controversie o delle situazioni internazionali che potrebbero portare ad una violazione della pace ".
"Vogliamo che il conflitto si risolva in modo pacifico", ha aggiunto Grigor Hoyhannissian, notando che il punto fondamentale che tutti dovrebbero sapere è che l'Armenia non è parte del conflitto. "Il conflitto, infatti, ha affermato, è tra l'Azerbaigian e Nagorno Karabakh che si dichiarò repubblica indipendente attraverso un referendum".