Perchè l'Ordine Militare di Malta ha la sovranità, ma manca del territorio | Notizie Nazioni Unite non Rappresentate

Inglese Spagnolo Italiano Russo

Facebook   youtube   twitter UUN    Rotschild IT

Menu

Perchè l'Ordine Militare di Malta ha la sovranità, ma manca del territorio

  • 29 Lug 13

ordine-di-maltaL’Ordine Sovrano Militare e Ospedaliero di San Giovanni di Gerusalemme, di Rodi e di Malta, meglio conosciuto come l’Ordine Militare di Malta, è un ordine cattolico fondato prima della conquista di Gerusalemme nel 1099. Oggi la sua sede centrale si trova nella città di Roma, Italia.
Dal 1994, l'Ordine Militare di Malta figura come osservatore permanente alle Nazioni Unite e ha delegazioni permanenti presso le organizzazioni internazionali con sede a New York, Ginevra, Parigi, Roma e Vienna.
L’Ordine Militare di Malta è un'istituzione sovranazionale che, senza abbandonare la difesa degli ideali cristiani, dedica la sua energia e risorse all'assistenza umanitaria e sociale, diventando l'unico Ordine religioso della Chiesa Cattolica essendo allo stesso tempo un Ordine Cavalleresco Cattolico.
La vita e l'attività dell'Ordine Militare di Malta sono disciplinate dalla Carta Costituzionale, approvata dalla Santa Sede e dal Codice di Rohan, promulgato dal Gran Maestro Frey Emmanuel de Rohan-Polduc nel XVIII secolo. L’Ordine Militare di Malta si presenta con una piena personalità di diritto internazionale. Questa personalità è comprovata dell'esistenza di un diritto di legazione attivo e passivo, del "jus contrahendi", il diritto di emettere passaporti, i privilegi e le immunità di cui gode il Gran Maestro e gli organi di rappresentanza esterna, dall'esistenza di un'organizzazione interna che dà vita a persone giuridiche riconosciute alla pari delle persone giuridiche straniere, dall'esistenza di una giurisdizione propria alternativa a quella territoriale o di appartenenza e dal potere di conferire decorazioni.
Nei suoi secoli di vita, l'Ordine Militare di Malta si presenta come indipendente da qualsiasi Stato. Non è un'organizzazione o un'istituzione intergovernativa, ma ha detto, nelle Costituzioni che si sono susseguite nel tempo, la propria qualità sovrana, affermazione di grande importanza per valutare l'indipendenza del sistema. Essendo sovrano, l'Ordine Militare di Malta lo è anche nelle relazioni internazionali e nel proprio ordinamento interno. L'appartenenza all'Ordine non è incompatibile con i doveri dei cittadini o sudditi dei propri Stati. Anche quando l'Ordine godeva di territorialità, esercito e flotta, era sempre rigorosamente neutro nei conflitti tra le potenze cristiane. Nel campo del diritto internazionale, l'instaurazione di relazioni diplomatiche di uno Stato con l'Ordine di Malta comprende solo il riconoscimento del suo status, ma non comporta in assoluto l’accettazione nel proprio territorio di norme giuridiche dell’Ordine.
La vita e l'attività dell'Ordine sono governate dalla sua Carta Costituzionale e dal suo Codice. L'attuale capo dell'Ordine è il 79° Principe e Gran Maestro Frey Matthew Festing, eletto a vita dal Consiglio Pieno di Stato. Il Consiglio di Governo è l'organo consultivo del Sovrano Consiglio; consiglia per gli affari politici, religiosi, di ospitalità e internazionali.
Una Corte dei Conti esercita le funzioni di controllo in materia economica e finanziaria. Gli affari legali sono soggetti al Consiglio Giuridico, i cui membri sono nominati dal Gran Maestro e dal Sovrano Consiglio. La funzione giurisdizionale è esercitata dai Tribunali Magistrali.
Oggi la maggior parte dei suoi 13.500 membri sono laici, tutti dedicati all'esercizio della virtù e carità cristiana.
Il 24 agosto 1994, l'Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha adottato la risoluzione di invitare l’Ordine Militare di Malta a partecipare alle sue sessioni e ai lavori come osservatore. La proposta è stata sponsorizzata da 71 paesi e approvata senza votazione. L'Ordine ha accettato l'invito e ha nominato un rappresentante, con il rango di ambasciatore, che ha assunto l'incarico il 26 settembre dello stesso anno. Nell'allegato alla richiesta si parla di "un riconoscimento della sua sovranità assoluta come membro egualitario della comunità internazionale..." Si chiarisce anche che: "i membri dell'Ordine sono leali cittadini dei loro rispettivi paesi; che la fedeltà non è compromessa dal fatto che fanno parte dell'Ordine, il che è un onore supplementare sovranazionale".
L’Ordine Militare di Malta ha rappresentanza in molte altre organizzazioni internazionali, tra cui il Comitato Esecutivo dell'Alto Commissario delle Nazioni Unite per i Rifugiati, l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), Croce Rossa, FAO, UNESCO e il Consiglio d'Europa.
L'Ordine Militare di Malta attualmente mantiene relazioni diplomatiche con 104 paesi nei cinque continenti. Nel caso dell'America, l'Ordine Militare di Malta ha relazioni diplomatiche con Argentina, Belize, Bolivia, Brasile, Cile, Colombia, Costa Rica, Cuba, El Salvador, Guatemala, Guyana, Haiti, Honduras, Nicaragua, Panama, Paraguay, Perù, Repubblica Dominicana, Saint Lucia, Saint Vincent e Grenadine, Suriname, Uruguay e Venezuela.