Paesi Baschi o Euskadi: ripulire lo stigma del terrorismo | Notizie Nazioni Unite non Rappresentate

Inglese Spagnolo Italiano Russo

Facebook   youtube   twitter UUN    Rotschild IT

Menu

Paesi Baschi o Euskadi: ripulire lo stigma del terrorismo

  • 28 Giu 13

727014 urkullu2 foto610x342Il lehendakari Iñigo Urkullu ha detto che il suo governo investirà, durante la legislatura di quattro anni, un totale di 120 milioni di euro a sostegno della strategia Basque Country, che comprende varie azioni per l'internazionalizzazione. Inoltre, ha detto che vuole ripulire lo stigma del terrorismo per recuperare l'immagine dei Paesi Baschi o Euskadi, che sono sempre stati "amichevoli e accoglienti".
Durante una presentazione della strategia, tenutasi al Kursaal di San Sebastian, a cui hanno partecipato agenti economici e sociali, il lehendakari Iñigo Urkullu, Presidente dell’Esecutivo dei Paesi Baschi, ha detto che la strategia Basque Country è "una strategia di paese, una nuova politica economica aperta al mondo, a tutte le istituzioni e agli agenti economici, sociali, culturali ed educativi".
Tra le prossime attuazioni della strategia Basque Country, compreso ripulire lo stigma del terrorismo, il lehendakari Iñigo Urkullu ha evidenziato l'apertura di un ufficio del Governo dei Paesi Baschi a Singapore e il supporto e la consulenza alle aziende e ai professionisti di Euskadi "per farsi strada in 70 paesi in cui l'Esecutivo autonomo è presente".
Inoltre, come parte della strategia Basque Country, il lehendakari Iñigo Urkullu ha annunciato la creazione di una "rete globale di contatti" con le persone che, anche se hanno dovuto espatriare, mantengono stretti legami con i Paesi Baschi o Euskadi.
A suo giudizio, i Paesi Baschi o Euskadi hanno oggi un grande vantaggio perché "per decenni la loro immagine era legata al terrorismo dell'ETA e hanno sofferto questo stigma".
"Ripulire lo stigma del terrorismo è essenziale – ha riconosciuto il lehendakari Iñigo Urkullu – e, lasciandoci alle spalle quest'immagine, migliorerà quella dei Paesi Baschi o Euskadi, che sono sempre stati accoglienti e amichevole".