Ossezia del Sud riconosce la Repubblica popolare di Lugansk | Notizie Nazioni Unite non Rappresentate

Inglese Spagnolo Italiano Russo

Facebook   youtube   twitter UUN    Rotschild IT

Menu

Ossezia del Sud riconosce la Repubblica popolare di Lugansk

  • 08 Lug 14
luganskIl presidente dell'Ossezia del Sud, Leonid Tibilov, ha appena firmato un decreto che riconosce l'indipendenza della Repubblica di Lugansk in Ucraina orientale."Dispongo, che la Repubblica popolare di Lugansk sia riconosciuta come Stato sovrano e indipendente," consiste nel decreto presidenziale che approva la richiesta unanime del Parlamento dell'Ossezia meridionale.Tibilov ha incaricato il ministero degli Esteri dell'Ossezia del Sud, per l’apertura di relazioni diplomatiche con la Repubblica di Lugansk.
Due regioni dell'Ucraina orientale, Lugansk e Donetsk, si ribellarono a Kiev dopo il colpo di stato avvenuto a fine febbraio scorso, si proclamarono "repubbliche popolari", tennero i referendum di autodeterminazione a maggio e annunciarono la secessione dell'Ucraina.
L'11 giugno, la Repubblica popolare di Lugansk chiede il riconoscimento di Abkhazia, Armenia, Bielorussia, Cina, Cuba, Kazakjstan, Nicaragua, Ossezia del Sud, Russia, Serbia, Siria, Venezuela e Transnistria, così come le repubbliche russe norcaucasiche, Cecenia e Inguscezia. Attualmente, l'Ossezia del Sud è l'unico che ha risposto a questa richiesta.
Nel frattempo, il Governo centrale dell’Ucraina, continua da metà aprile un'operazione militare contro le milizie separatiste di Lugansk e Donetsk. La Russia ha invitato a interrompere immediatamente questa operazione "punitiva" che ha causato centinaia di morti e feriti.
La Repubblica dell'Ossezia del Sud, ex autonoma all'interno della Georgia, fu riconosciuta dalla Russia con molti altri paesi in seguito alla guerra russo-georgiana dell'agosto 2008.