La Svezia riconosce lo Stato di Palestina | Notizie Nazioni Unite non Rappresentate

Inglese Spagnolo Italiano Russo

Facebook   youtube   twitter UUN    Rotschild IT

Menu

La Svezia riconosce lo Stato di Palestina

  • 11 Nov 14

Svezia riconosce Palestina 1Giovedi '30 ottobre il governo della Svezia, è stato riconosciuto, lo Stato di Palestina come "atto di responsabilità", volto a rafforzare il processo di pace in Medio Oriente, come ha dichiarato il ministro degli esteri svedese, Margot Wallström, che ha aggiunto: "La ragione principale è che la Svezia ritiene che siano soddisfatti i criteri di diritto internazionali per riconoscere uno stato. C'è un territorio, una popolazione e un governo ". Con questa azione, la Svezia è stato il primo paese dell'Unione europea a riconoscere lo Stato di Palestina, l'atteggiamento seguito da più di 130 nazioni in tutto il mondo.
A questo proposito, le Nazioni Unite non Rappresentato (UUN, il suo acronimo in inglese), attraverso il suo segretario generale e fondatore, il Dr. Giovanni Caporaso Gottlieb, accoglie con favore la presa di posizione del governo svedese, in pieno accordo con la legge fondamentale delle UUN, mettendo in evidenza la sua politica di rispetto per la pace, i diritti umani e la sovranità dei popoli.
Il primo ministro svedese socialdemocratico Stefan Löfven, aveva annunciato lo scorso ottobre la decisione del suo paese, subito dopo il suo insediamento di fronte a una coalizione "rosso-verde", per riconoscere la Palestina come stato sovrano, e tanto lo stesso primo Ministro, quanto Margot Wallström, hanno espresso l’aspettativa che altri paesi seguiranno il loro esempio, avviandosi quindi, verso una soluzione politica del conflitto in Medio Oriente.
Löfven sostenne già nel mese di ottobre, assumendosi la responsabilità, che il conflitto israelo-palestinese può essere risolto solo attraverso una soluzione a due stati, "negoziati in conformità ai principi del diritto universale." Ciò è stato definito, affermazione del proprio partito socialdemocratico e, del suo partner di governo, il Partito dell'Ambiente.
Nel frattempo, Abed Rabbo, consigliere del presidente palestinese Mahmoud Abbas, riporta che l'Autorità palestinese accoglie con favore la decisione del governo di Svezia e ha incoraggiato altri paesi e la comunità internazionale a fare lo stesso come "l'unico modo per garantire la pace nella regione ".
Le Nazioni Unite non Rappresentate, sottolineano la propria soddisfazione per questo nuovo passo, a favore del mantenimento della pace nella sofferente terra del Medio Oriente, in particolare per adottare misure collettive per prevenire le violazioni alla pace, e reprimere eventuali atti di aggressione.