E’ morta l'ultima leggenda vivente d'Africa | Notizie Nazioni Unite non Rappresentate

Inglese Spagnolo Italiano Russo

Facebook   youtube   twitter UUN    Rotschild IT

Menu

E’ morta l'ultima leggenda vivente d'Africa

  • 10 Dic 13

mandelaNelson Mandela, l'ultima leggenda vivente d'Africa, è morto all'età di 95 anni giovedì 5 dicembre 2013 a Johannesburg, Sud Africa, dopo una vita di instancabile lotta per la libertà del suo popolo e contro l'Apartheid.
Politico e avvocato, premio Nobel per la pace nel 1993, divenne anche il primo presidente nero del Sud Africa dal 1994-1999. Nel 1962, le autorità razziste sudafricane lo condannarono alla reclusione per la sua indomabile azione contro l'Apartheid, e finalmente fu rilasciato (dopo 27 anni e mezzo di carcere) dopo la schiacciante vittoria delle truppe cubane internazionaliste a Cuito Cuanavale, Angola, che sedette al tavolo delle trattative il governo razzista del Sudafrica, ebbe l'indipendenza dalla Namibia e creò le basi per la liberazione di Mandela e la scomparsa dell'Apartheid.
Nelson Mandela non vide realizzato il sogno di vedere il suo popolo godere della stabilità economica, dato che circa la metà della popolazione sudafricana, di cui il 79,5% è di origine nera, continua a essere dominato - senza apartheid - da una minoranza bianca molto meglio istruita.
Neanche il suo omologo, Barack Obama, primo presidente nero degli Stati Uniti dal 2008, ha visto materializzato il suo desiderio di migliorare la vita di centinaia di milioni di americani. L'analogia con Nelson Mandela è chiara: Obama, anch’egli premio Nobel per la pace (2009), non è stato in grado di soddisfare le aspettative di suoi milioni di sostenitori, particolarmente afro-americani, latini e giovani in generale, frenato soprattutto dall'ostilità dei Repubblicani che hanno posto il veto a numerosi miglioramenti che mirano a soddisfare i propri elettori.
Nelson Mandela e Barack Obama: due uomini che, in continenti lontani, presero d’assalto il cielo - ognuno nel proprio luogo e tempo - animati al miglioramento dei propri popoli, sena distinzione di razza e di credo. Nelson Mandela, l'ultima leggenda vivente d'Africa, è arrivato molto tardi al potere per poter rimediare a secoli di ingiustizia; gli Stati Uniti dovrebbero pregare perché a Barack Obama non si esaurisca il tempo prima di soddisfare tutte le promesse che lo portarono, prima alla sua elezione, e poi alla sua rielezione nel 2012.