Crescente interesse per il Principato di Seborga | Notizie Nazioni Unite non Rappresentate

Inglese Spagnolo Italiano Russo

Facebook   youtube   twitter UUN    Rotschild IT

Menu

Crescente interesse per il Principato di Seborga

  • 20 Mar 14

principado seborgaDopo la morte del Principe Giorgio I, fondatore del Principato di Seborga, il 25 novembre 2009, questa micro-nazione italiana situata in Liguria, in provincia di Imperia, è guidata dal principe Marcello Menegatto e come qualsiasi altro territorio d'Italia, gode degli stessi servizi pubblici e della valuta nazionale (euro).
Il Principato di Seborga è stato creato nel 1960, quando Giorgio Carbone, capo di una cooperativa agricola locale ha avuto l'idea di riaffermare l'indipendenza del Principato di Seborga, illegalmente annesso dall'Italia. Tre anni più tardi viene eletto come capo di stato del Principato di Seborga e successivamente nominato Principe Giorgio I di Seborga. Nel 1995, i residenti hanno votato a favore della Costituzione del Principato; tuttavia, queste rivendicazioni non sono state riconosciute, né dall’Italia, né dalla comunità internazionale.
L’organizzazione delle Nazioni Unite non Rappresentate (UNN, l’acronimo inglese), riconosce che il governo del Principato di Seborga è una monarchia costituzionale, basata su sua richiesta d'indipendenza per cui Seborga rimase indipendente fino al 20 gennaio 1729, quando venne comprata da Victor Amadeus II, re di Sardegna.
Negli ultimi anni, il Principato di Seborga viene sempre più frequentato da importanti media, e da turisti nazionali e esteri, interessati all'originalità del caso istituzionale, che arrivano nel piccolo territorio di soli 400 abitanti per soddisfare la loro curiosità. A questo proposito, la comunità ha diverse lingue ufficiali: italiano, francese e ligure. Gli abitanti professano la religione cattolica.