Conflitto in Nagorno-Karabakh | Notizie Nazioni Unite non Rappresentate

Inglese Spagnolo Italiano Russo

Facebook   youtube   twitter UUN    Rotschild IT

Menu

Conflitto in Nagorno-Karabakh

  • 22 Lug 13

nagorno karabajMohsen Pakayin, ambasciatore dell'Iran a Baku, ha esortato i paesi regionali a unire gli sforzi per trovare una soluzione pacifica al conflitto in Nagorno-Karabakh tra Azerbaigian e Armenia.
"Riteniamo che la pace e la sicurezza nella regione non possano realizzarsi senza trovare una soluzione al conflitto in Nagorno-Karabakh" ha detto Pakayin. "I Paesi amanti della pace, in particolare Azerbaigian e Armenia, dovrebbero sforzarsi di contribuire a una risoluzione pacifica di questo tema".
Mohsen Pakayin ha annunciato la preparazione dell'Iran per risolvere il conflitto in Nagorno-Karabakh e ha dichiarato che la politica estera dell'Iran consiste nel sostenere qualsiasi trattativa tra Azerbaigian e Armenia al fine di aiutare a trovare soluzioni efficaci a questo problema, aggiungendo che l'Iran appoggia l'idea di un incontro tra i presidenti di entrambe le nazioni per ottenere "risultati concreti", ha sottolineato Mohsen Pakayin.
Azerbaigian e Armenia rivendicano la sovranità del Nagorno-Karabakh, dove la popolazione è principalmente armena, ma che si trova in Azerbaijan.
Secondo l'ambasciatore Mohsen Pakayin,l’Azerbaigian è pienamente consapevole della volontà dell'Iran di aiutare a risolvere il conflitto, mentre ha accolto con favore l'approccio positivo del ministro degli esteri azero Elmar Mammadyarov, verso le proposte di qualsiasi paese per risolvere il conflitto di Nagorno-Karabakh.
La sovranità sul territorio del Nagorno-Karabakh è stata oggetto di una lunga disputa tra Azerbaigian e Armenia, conflitto ancora latente e la cui origine risale al 1988. Un cessate il fuoco firmato nel 1994 sotto l'osservazione del cosiddetto gruppo di Minsk, guidato da Francia, Stati Uniti e Russia, pose fine al conflitto; tuttavia, le schermaglie tra i due paesi continuano ad accadere.